E-commerce: aumentano gli acquisti online di alimentari

Il 2020 sarà un anno importante per l’e-commerce. Nei primi mesi dell’anno, lo ripetiamo spesso, si è registrato un vero e proprio boom dello shopping online. A causa del lockdown tanti italiani si sono rivolti all’online per fare acquisti, molti scoprendo per la prima volta il commercio digitale.

L’e-commerce è cresciuto notevolmente e continuerà a farlo, perché la pandemia ha modificato radicalmente le abitudini di consumo degli italiani.

Secondo i dati dell’Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e Netcomm, il settore del commercio digitale crescerà del 26% nel 2020, con un aumento di 4,7 miliardi di euro rispetto all’anno precedente.

Gli acquisti online sono cresciuti in tutti i settori. A partire da quelli più maturi come elettronica e informatica (+18%) e abbigliamento online (+21%). Ma la crescita più importante ha riguardato settori emergenti dell’e-commerce, come i prodotti per la salute e la cura della persona e l’arredamento online (+30%). Ma soprattutto si è registrato un autentico boom per il Food and grocery, con una crescita del 56%.

Dopo l’esperienza dello shopping online nei mesi del lockdown, molti italiani hanno maturato una maggiore fiducia verso la spesa digitale, anche di generi alimentari. L’aumento delle richieste ha spinto le imprese, dalle più grandi alle piccole, ad investire fortemente sull’e-commerce e sui serivizi digitali.

Nel settore del food in particolare si sta andando sempre più verso una esperienza d’acquisto glocal. Sfruttando il proximity marketing e l’integrazione tra i negozi fisici e il mondo digitale.

Come mostrano i risultati ottenuti da tanti negozi e locali che durante il lockdown mettevano a disposizione online il proprio catalogo di prodotti e lo portavano direttamente a casa dei clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *