Ecommerce: Moncler accelera sul digitale

Moncler spinge l’acceleratore sul digitale, puntando a raddoppiare il proprio business online entro tre anni. La nuova strategia della griffe parte da una nuova organizzazione aziendale e dalla gestione diretta dell’ecommerce.

“Siamo ad una svolta nel modo di interagire con la nostra community”, ha dichiarato Remo Ruffini, presidente e amministratore delegato di Moncler. “Gestiremo direttamente il nostro e-commerce – ha spiegato – e presto offriremo un nuovo concept di piattaforma in cui l’esperienza sarà al centro di una customer journey sempre più personalizzata”.

Il primo passo è stato la costituzione all’interno dell’azienda di una unità dedicata al digitale. Un team che avrà il compito di “implementare la strategia del marchio su tutti i canali digitali, definire servizi ed esperienze innovative per il cliente, accelerare la presenza in tutte le tipologie di commercio digitale e diffondere la cultura digitale in tutta l’organizzazione”.
L’obiettivo è quello di rendere nativi digitali, pensati per le piattaforme online, ogni progetto sviluppato dall’azienda.

Il passo successivo sarà la gestione diretta delle vendite online. Con una nuova piattaforma ecommerce che prenderà il via gradualmente, a partire dall’ottobre 2020 in Stati Uniti e Canada. Moncler punta forte su un modello omnichannel, definito attorno a un’esperienza utente e a un processo di acquisto multicanale dove online e offline coesistono e si integrano.

Un approccio che prevede anche nuove sperimentazioni nella collaborazione con altri canali commerciali digitali. Come mostra il successo del livestreaming sulla piattaforma cinese Weibo per la collezione 7 Moncler Fragment Hiroshi Fujiwara, che ha avuto 32 milioni di visualizzazioni in un solo giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *