Posizionamento siti web nei motori di ricerca

Con il termine di posizionamento di un sito web, si indica l’acquisizione di visibilità sui motori di ricerca mediante cui il sito viene ottimizzato per comparire nei primi risultati delle query di ricerca. Essere inseriti nei 10 posti della prima pagina dei motori di ricerca (soprattutto di Google) è il modo più veloce e sicuro per attirare il maggior numero di utenti che possono trasformarsi dapprima in clienti occasionali e poi fidelizzati.

L’obiettivo da raggiungere con il posizionamento nei motori di ricerca è quello di ampliare progressivamente il proprio target e quindi di potenziare il giro d’affari. Il posizionamento sui motori di ricerca è quindi considerato uno dei fattori più determinanti per il successo di una qualsiasi attività online, relativa all’offerta sia di prodotti che di servizi.

Posizionamento siti web nei motori di ricerca

Quotidianamente, milioni di utenti navigano in internet per cercare risposte attendibili a ricerche di qualunque tipo. Essere inseriti tra i primi risultati dei motori di ricerca rappresenta un passaggio fondamentale per:

  • Raggiungere il proprio target.
  • Attirare potenziali clienti.
  • Convertire le visite in conversioni.

Grazie a un buon posizionamento è possibile ottenere in poco tempo i seguenti risultati:

  • Aumentare il proprio bacino di utenza.
  • Incentivare il numero di accessi al sito.
  • Migliorare la qualità dei visitatori.
  • Raggiungere nuovi target di utenza.
  • Migliorare la reputazione del sito.
  • Potenziare il numero di contatti.
  • Ottimizzare le prenotazioni e il ritorno degli investimenti iniziali.

Cos’è il posizionamento nei motori di ricerca

Il posizionamento sui motori di ricerca è l’insieme di tecniche che consentono di inserire una pagina web nell’elenco dei risultati della SERP, come risposta alle query degli utenti.

Il posizionamento organico sui motori di ricerca comprende tutte le tecniche attraverso cui è possibile migliorare la scansione del sito da parte dell’algoritmo di Google. Questa attività non richiede l’impiego di servizi a pagamento, ma soltanto di un certo tempo necessario perché il sito acquisti credibilità presso l’utenza.

Il posizionamento a pagamento sui motori di ricerca si realizza mediante l’acquisto di spazi pubblicitari su siti terzi, utilizzando banner, display advertising, contestual advertising oppure annunci tramite piattaforme come Google ADS.

Quando un utente digita una query sulla barra di ricerca, sta interrogando Google riguardo a un determinato argomento. I primi risultati che compaiono sul motore di ricerca vengono considerati i più utili e pertinenti rispetto alla chiave inserita dall’utente, pertanto più alto è il posizionamento del sito, maggiore è la probabilità che esso venga aperto e visitato dall’utente.

Nella prima pagina della serp sono riportati i siti più autorevoli. Il primo passo per un buon posizionamento è la scansione della scrittura del sito, che riguarda principalmente il titolo della pagina web (fase di crawling).

Successivamente si procede con l’indicizzazione mediante cui il motore di ricerca aggiunge le pagine scansionate al database creando una specie di biblioteca di archivio di documenti.

Nel momento in cui l’utente inserisce una keyword nel motore di ricerca, l’algoritmo effettua delle valutazioni (fattori di ranking) che stabiliscono poi la gerarchia delle pagine da mostrare per ciascuna query. Il miglioramento della posizione sui motori di ricerca dipende dall’ottimizzazione delle tecniche onpage e offpage della SEO.

Come funziona il posizionamento nei motori di ricerca

I motori di ricerca (search engine) sono i sistemi che offrono informazioni in base alle richieste degli utenti.

I risultati di simili ricerche vengono presentati con una sequenzialità definita dalla serp.

Il motore di ricerca opera in questo modo:

  • Analisi del campo d’azione
  • Indicizzazione.
  • Ordinamento (ranking).
  • Risposta alle query.

Dopo aver svolto queste funzioni, qualsiasi motore di ricerca memorizza le informazioni ottenute su numerose pagine web che fanno capo a uno specifico algoritmo.

Il contenuto di ogni pagina viene scansionato per determinare la sua indicizzazione, utilizzando soprattutto le keyword.

Google, che resta ancora il motore di ricerca più utilizzato al mondo, dà un estremo risalto alle parole chiave, che rappresentano il mezzo principale per indirizzare l’utente verso i link disponibili.

A cosa serve il posizionamento seo

Il principale obiettivo del posizionamento nei motori di ricerca è quello di aiutare l’utente a trovare il più rapidamente possibile una soluzione alle sue ricerche.

Si può dire che la principale preoccupazione di Google (e dei motori di ricerca in generale) sia quella di offrire all’utente i migliori risultati della serp, basandosi sull’algoritmo che mediante specifiche formule trasforma le domande in risposte.

È necessario intuire da frasi spesso incomplete postate dagli utenti quali siano le loro reali esigenze, per estrapolare le soluzioni più indicate.

Gli algoritmi vengono aggiornati con estrema frequenza per mantenersi sempre al passo con i tempi, in alcuni casi si parla di 500-600 aggiornamenti all’anno, riportati prevalentemente da Google.

Come posizionare un sito web

Tra le varie attività che un consulente seo dovrà svolgere per posizionare un sito web tra i primi risultati dei motori di ricerca sono:

  • Scegliere keyword adeguate

Devono essere le più ricercate dagli utenti per indicizzarli a un determinato sito. È fondamentale inserire le parole chiave in maniera sensata, evitando di esagerare nella frequenza e di annoiare gli utenti con troppe ripetizioni. A questo proposito può essere utile fare riferimento a copywriter, che hanno le giuste competenze per scrivere testi originali e interessanti.

  • Pubblicare contenuti di qualità

Contribuiscono a migliorare la reputazione del sito portandolo tra i primi risultati di Google. Questa condizione si realizza soltanto quando gli algoritmi riconoscono requisiti qualitativamente validi nel sito. I motori di ricerca prediligono pagine autentiche approfondite e originali, mentre rifiutano testi copiati o poco interessanti;

  • Aggiornare continuamente i contenuti

Devono essere monitorati in base all’andamento del mercato e alle richieste dei consumatori. Su Google sono disponibili specifici strumenti come Google Analytics e Google Search Console, piattaforme che riescono a migliorare il posizionamento del sito;

  • Migliorare gli elementi tecnici del sito

Facendo particolare riferimento alla velocità, al menù di navigazione (che deve essere semplice e intuitivo), alla grafica e alla mobile friendliness, che permettono di ottimizzare la user experience anche nella versione mobile.

A chi rivolgersi per migliorare il posizionamento

Il posizionamento dei siti web nei motori di ricerca è un processo che deve essere gestito da professionisti qualificati ed esperti, dotati di competenze specifiche nel settore, di creatività e di versatilità.

Il successo di un’attività commerciale di qualsiasi tipo dipende in massima parte da un’adeguata gestione del sito web, poiché la pubblicità realizzata in rete consente di agganciare un numero elevatissimo di potenziali clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.