Home / Notizie / Shopping: come riconoscere e combattere la dipendenza degli acquisti online

Shopping: come riconoscere e combattere la dipendenza degli acquisti online

Lo shopping online è in costante crescita in Italia ed ha fatto registrare un’importante accelerazione nei primi mesi del 2020 a causa dell’emergenza coronavirus. Le ragioni del suo successo sono tante: è facile e veloce, lo puoi fare quando vuoi e dove vuoi, spesso ti permette di risparmiare.

Ed è piacevole: gli acquisti infatti stimolano il centro della gratificazione che ha sede nel cervello. Per questo lo shopping può anche creare dipendenza, specie nei soggetti che passano molto tempo da soli a casa. È quindi importante imparare a riconoscere i segnali di una possibile dipendenza e capire come combatterla.

Dipendenza da shopping online: i segnali da riconoscere

Ci si sente annoiati e si perde interesse nelle altre attività. Chi ha una dipendenza da shopping online tende a sottrarre tempo al lavoro, agli hobby, alle relazioni con amici e parenti per dedicarlo all’e-commerce. Quando non si riesce a farlo, magari perché al lavoro, si avvertono sensazioni di ansia e stress.

Fare acquisti è un pensiero fisso che ci accompagna durante tutta la giornata. Una delle prime cose che facciamo alla mattina, o prima di andare a dormire, è controllare i siti e le app di e-commerce alla ricerca di offerte.

Passata la momentanea euforia, dopo gli acquisti ci si sente in colpa per aver speso troppi soldi o per comprato oggetti inutili. E accumuliamo cose che non usiamo.

Shopping online: come combattere la dipendenza

Ecco alcuni consigli pratici da seguire quando si fa acquisti online per evitare di sviluppare una pericolosa dipendenza.

Innanzitutto bisogna ponderare bene gli acquisti e non farsi ingannare dalle offerte, specie quelle a tempo. Meglio non acquistare oggetti solo perché costano poco, perché abbiamo visto un’offerta molto vantaggiosa. Se non lo usiamo resta comunque uno spreco di denaro.

Buona norma è stabilire un budget per gli acquisti, settimanale o mensile, e cercare il più possibile di non superarlo.

Per ridurre le tentazioni, è consigliabile annullare le iscrizioni a siti e newsletter che promuovono offerte e sconti. Inoltre si dovrebbe cercare di mantenersi attivi con altre attività.

Se ci si rende conto che qualcosa non va, il consiglio è quello di cercare informazioni sulle dipendenze e parlarne con il proprio medico o con uno psicologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *