Poste Italiane, numeri record per l’ecommerce

Il lungo lockdown per l’emergenza coronavirus ha prodotto pesanti conseguenze per le aziende italiane, compresa Poste Italiane. Il gruppo però è pronto a ripartire, anche grazie agli ottimi risultati ottenuti in questi mesi nei settori dell’ecommerce e del digitale.

Poste in questi settori è “in anticipo di due anni” e sta raggiungendo in questi giorni gli obiettivi fissati per il 2022. “Si tratta – ha commentato l’ad di Poste Matteo Del Fante – di traguardi impensabili fino a pochi mesi fa. Basti pensare che in questi giorni Poste consegna un milione di pacchi al giorno, esattamente lo stesso numero di consegne che registriamo durante il picco del periodo natalizio dello scorso anno”.

Risultati al di sopra di ogni più rosea previsione, ottenuti anche grazie ad importanti investimenti come quello dell’Hub logistico di Bologna, che ha raddoppiato la capacità di distribuzione  di pacchi.

L’obiettivo del gruppo è ora quello di potenziare l’ecommerce, puntando a servizi premium. Per questo Poste ha siglato una joint venture con Milkman, una piattaforma logistica specializzata nell’offerta di servizi di consegna ‘su misura’. Poste Italiane potrà così fornire i servizio della consegna programmata e del recapito in giornata.

Oltre all’ecommerce la pandemia ha fatto fare un notevole balzo in avanti anche al settore, cruciale, del digitale.

“Nei tre mesi segnati dalla pandemia – ha spiegato Del Fante – abbiamo registrato un forte aumento sia dei volumi di traffico e di transazioni, con un +50% del traffico voce sulle stime del Piano industriale, sia un aumento di pari valore nell’accesso ai canali digitali e all’utilizzazione di reti terze di servizio per la consegna e il ritiro di pacchi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *