Andrea Nardi Dei, l’enoteca online si chiama VINO75

Per tutti gli amanti di vino, bianco o rosso, con o senza bollicine, oggi è possibile ricercare la propria bottiglia preferita dalla poltrona di casa e in tutta facilità grazie a VINO75.com, l’enoteca online con un ampissimo catalogo di vini delle migliori cantine italiane e straniere. Affascinati da questa realtà in cui innovazione e tradizione si fondono, abbiamo intervistato Andrea Nardi Dei, Co-founder & CEO di VINO75.

Andrea Nardi Dei Co-founder & CEO di Vino 75
Andrea Nardi Dei Co-founder & CEO Vino75
Team vino 75
Team vino 75

Per tutti gli appassionati di vino e i palati più raffinati VINO75 è una vetrina decisamente invitante. Come nasce la vostra enoteca online? 

L’idea di VINO75 è nata dalla volontà di trasferire nel mondo digitale tutti i vantaggi di un’enoteca fisica rendendo disponibili a tutti, in tutta comodità, un vastissimo assortimento impossibile da trovare così numeroso nei punti di vendita tradizionali, ovvero le etichette delle più rinomate cantine italiane e straniere e i prodotti di tante piccole realtà eccellenti. Il nome VINO75 nasce dalla fusione del contenuto di una bottiglia di taglio bordolese con il nome VINO.

I vini e i distillati più pregiati ad apprezzati sono anche i più costosi e, pertanto, nell’immaginario collettivo sarebbe bene poterli assaggiare prima dell’acquisto. Ovviamente questo non è possibile con lo shopping online: cosa spinge gli utenti ad affidarsi comunque al vostro store?

Se si pensa al fatto che sia in GDO che in una tradizionale enoteca fisica tali prodotti non sono comunque sottoposti a mescita di degustazione, VINO75 non fa altro che rendere disponibili, tutti insieme, i prodotti che si possono trovare solo mettendo insieme decine di enoteche specializzate e punti vendita differenti. Gli strumenti che VINO75 mette a disposizione del Cliente (il c.d. Sommelier Virtuale, le guide tematiche, l’opportunità di provare prodotti di sovente omaggiati direttamente dal produttore) ma anche i contenuti e le schede dettagliate dei prodotti, risolvono, in parte, la mancanza di una esperienza fisica con il prodotto.

Il nostro obiettivo non è soppiantare la distribuzione tradizionale del vino o il canale moderno bensì quella di offrire un servizio centralizzato dedicato ad appassionati e consumatori che con poco sforzo possono approvvigionare le proprie bottiglie preferite, magari scoprirne di nuove, documentarsi con informazioni molto dettagliate e senza limiti temporali, senza peraltro doverle necessariamente trasportare.

VINO75 offre la possibilità di beneficiare dell’aiuto dei suoi esperti sommelier. Come riuscite a garantire questo servizio e in cosa consiste? 

Il servizio è raggiungibile via chat, via email e via telefono. Il sommelier risponde alle domande e ai dubbi più disparati: l’abbinamento del vino per la cena, la bottiglia da portare a casa di amici per fare bella figura, suggerimenti di nuove etichette e territori partendo dai propri gusti.

Decisamente innovativa la vostra pagina Cocktail. Viene illustrata la ricetta ed è possibile procedere all’acquisto degli ingredienti principali del cocktail desiderato. Come è sorta quest’idea?

Riteniamo che lo strumento tecnologico, per essere competitivo ed entrare nella quotidianità del grande pubblico, debba risolvere necessariamente dei problemi, disintermediare delle complessità, semplificare anche solo il processo mentale di selezione di un prodotto.

Non poteva mancare una pagina dedicata al mondo del mixology, un trend in continua crescita in questi ultimi anni. VINO75 vuole ispirare, con ricette facili e veloci, chiunque volesse organizzare un bell’aperitivo fra le mura domestiche, con la possibilità di avere tutti gli ingredienti in un’unica pagina, a portata di click.

Dato che il processo di acquisto online, dall’ordine all’arrivo dei prodotti, inevitabilmente é più lungo di quello della compravendita tradizionale, come riuscite a preservare i vostri prodotti dai possibili sbalzi termici e a mantenere intatte tutte le loro proprietà?

Abbiamo studiato e fatto produrre un packaging a prova di urti e sbalzi termici. Siamo quindi passati dal più tradizionale packaging in polistirolo, molto comune negli anni passati, ad un prodotto ecologico e compatto che consente di mantenere le stesse proprietà di resistenza e conservazione.

La scatola di VINO75 è frutto di centinaia di ore di test nelle più disparate condizioni. Ed ogni anno introduciamo delle piccole migliorie che si traducono un una sempre migliore sicurezza nel trasporto del vino. Non si deve dimenticare infine che la filiera di VINO75 è la più corta possibile: i prodotti sono approvvigionati con regolarità, anche più volte nella stessa settimana, direttamente dal produttore e permangono nei nostri magazzini a temperatura controllata per un periodo di tempo inferiore al mese. Questo garantisce una migliore conservazione delle caratteristiche organolettiche rispetto alla distribuzione tradizionale dove i prodotti sono conservati esposti su scaffali a luce diretta e a sbalzi termici

Cosa consigli a chi vuole avventurarsi nel mondo dello shopping online occupandosi di prodotti magari anche costosi e, ovviamente, non testabili personalmente? 

Ognuno ha degli esempi o dei riferimenti dai quali imparare o ispirarsi: io personalmente porto dentro di me l’esempio di mio nonno Giovanni Benelli, fondatore della Benelli Moto e della Benelli Armi e quella di mio padre Innocenzo Nardi Dei, già appartenente ad una famiglia produttrice di vino da generazioni. Mi hanno insegnato che solo la grande passione per il prodotto e la determinazione a cogliere le sfide più complesse possono garantire il successo di una impresa. Ciò vale anche per chi avesse l’ambizione di creare una impresa nel mondo digitale: è importante perseguire le proprie passioni ma si deve essere pronti al sacrificio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *