Massimo Boraso: l’imprenditore con la cultura digitale nel DNA

Per i professionisti del mercato digitale Massimo Boraso non è di certo un nome come tanti: da pioniere della rete ha fondato Boraso.com, realtà che negli anni si è sviluppata ed evoluta continuando ancora oggi ad essere sempre all’avanguardia, ad accettare nuove sfide e a vedere futuri orizzonti online!

Massimo Boraso

Sei stato tra i primi italiani a scommettere su internet, prima ancora dell’era di Google e Facebook, quando in tanti ancora non sapevano cosa fosse la rete: perché ci hai creduto sin dal principio? Cosa rappresentava per te la internet nel ’95?

Eh si effettivamente mi stai ricordando che non sono più un ragazzino 😉
Seguivo già allora gli Stati Uniti e i primi test sulle reti Arpanet che collegavano alcune università USA, che successivamente ha preso il nome di Internet.

Per me è stato chiaro fin da subito che questa “Internet” avrebbe rappresentato un cambiamento epocale, una vera disruption mondiale che avrebbe cambiato negli anni il nostro modo di comunicare, di acquistare, di relazionarci, di vivere!
Il ‘95 è l’anno in cui internet inizia ad entrare nelle case degli italiani.

In quegli anni nasce a Cagliari Video On Line, tra i primi Internet Service Provider a fornire accessibilità, mail e altri servizi agli Italiani. Io stavo studiando Informatica all’Università di Bologna, e mi ricordo che era più il tempo che passavo a smanettare e scoprire questa nuova affascinante Internet che il tempo a studiare.

Ci vidi subito un’enorme opportunità, lasciai l’università per fare l’imprenditore, aprii “Boraso.com” una delle prime società di Internet Service Provider nate in Italia, per offrire ad aziende e privati la possibilità di connettersi a Internet, avere una email, un dominio e un proprio sito web. Ai tempi un dominio costava oltre un milione di lire!

Boraso è una realtà che vanta numeri significativi: oltre 25 anni di esperienza, un team composto da più di 35 persone, 2 sedi, ben più di 300 progetti ecommerce.. Qual è il segreto del successo e cosa vi contraddistingue?

Fin dal primo giorno abbiamo sempre puntato a innovare, siamo stati ambiziosi, realmente appassionati della materia e, importantissimo, pragmatici. Abbiamo creduto nell’eCommerce ben 20 anni fa! Ora abbiamo un enorme vantaggio competitivo sul mercato dato dalla nostra esperienza e conoscenza di tutte le logiche che lo governano.
Siamo oggi la principale realtà italiana in ambito Conversion Marketing (ndr. leggi il manifesto del conversion marketing). Chi lavora con noi sa che non siamo comodi, ne abbiamo viste tante, e non abbiamo tempo e voglia di perderci in inutili chiacchiere, ci piace la concretezza.

Lavoriamo con team multidisciplinari, dove ogni specialist mette a disposizione le sue conoscenze senza leziosità. Il focus non è la materia, non è il “bel giuoco”, sono i risultati in termini di business, il pragmatismo consiste soprattutto in questo.

La tua agenzia è punto di riferimento in Italia nel Conversion Marketing, ma non solo.. attraverso la vostra Academy create percorsi formativi per crescere nel digitale. Come mai questa scelta?

Fare cultura fa parte del nostro DNA. Credo sia necessario se sei in prima linea in un settore che continua a cambiare.
Per aiutare i nostri clienti a crescere non basta fare un pezzo di strada con loro, bisogna condividere esperienze e cultura. Contaminarsi. Potersi confrontare alla pari per trovare nuove idee, evoluzioni.

Lo stesso avviene nei nostri team. Ognuno mette sul tavolo la propria esperienza. Puntiamo molto anche sui giovani: qui possono formarsi e spiccare il volo e dare vita a carriere rilevanti come confermano le storie di molti nostri ex colleghi.

Per te “il digitale è soprattutto un approccio che tocca le persone e il proprio mindset, e non solo l’adozione di tecnologia”. Cosa significa?

La tecnologia è il mezzo, non il fine. Il digitale è una questione di mentalità, non sostituisce l’offline, lo potenzia, semplifica la vita delle persone, le collega alla soluzione dei loro bisogni.

Questo avviene nel retail, vedi l’omnicanalità ma avviene anche sul lavoro, guarda lo smartworking.

Dobbiamo copiare le startup innovative, vanno ad un’altra velocità, hanno persone con un mindset differente, sono focalizzate e padroneggiano la tecnologia. Mentre invece molte aziende italiane pensano di fare innovazione e digitale semplicemente creando un sito ecommerce o installando dei touch screen nei punti vendita, ma senza investire nella crescita e formazione del proprio personale.

Negli anni il web si è evoluto alla velocità della luce, quali sono i pro e i contro di oggi?

I pro sono moltissimi, il web è una risorsa potentissima e non è più circoscritto dietro a uno schermo. È democrazia ed è ovunque.

Tutta questa potenza, tutte queste possibilità, questo upgrade di democrazia, porta anche i suoi rischi.

Oggi possiamo esprimere opinioni e raggiungere molte più persone di quanto sia mai stato possibile nella storia, possiamo accedere a tantissime informazioni, ma capire se sono autorevoli è un processo più lento e faticoso. Possiamo investire i nostri
risparmi in tantissimi modi. Tutto questo porta inevitabilmente anche dei rischi.

Il web migliora la vita delle persone intelligenti, può essere pericoloso per chi ha poco giudizio, non approfondisce e si fa guidare dall’istinto.

Potremmo fare un parallelismo con il marketing: se non sei guidato dai dati sei solo una persona con delle idee.

Cosa è rimasto, nell’agenzia Boraso di oggi, della realtà nata ad Occhiobello come Internet Service Provider?

Il DNA è lo stesso. Innovazione, pragmatismo, impegno per il territorio… e alcuni colleghi che sono con me fin dal primo giorno.
Nella sede storica di Occhiobello (Rovigo) lavorano circa 30 persone, tutti programmatori informatici che realizzano piattaforme ecommerce e siti web di altissimo livello. La passione per il nostro lavoro e i valori aziendali sono sempre gli stessi.

Agenzia Boraso

Un ricordo particolarmente significativo e che ami legato alla tua carriera?

Ottobre 2014, quando la Camera di Commercio mi ha consegnato la Medaglia D’Oro per aver contribuito allo sviluppo sociale ed economico del territorio della mia provincia di Rovigo.
L’impatto del business su territorio e società è un elemento fondativo della brand identity di Boraso e noi a Occhiobello abbiamo una sede con circa 30 giovani professionisti tutti molto specializzati che sviluppano piattaforme ecommerce.

Parliamo di OlivYou: è un’idea bellissima che sta crescendo molto rapidamente, come nasce l’idea?

Certo! OlivYou è un progetto a cui sono molto legato. È una startup innovativa nata internamente a Boraso nel 2017, per mostrare al mondo un esempio palese delle nostre competenze nel settore eCommerce.

Cercavo una nuova sfida che da un lato mettesse a frutto l’esperienza e la competenza di Boraso nell’eCommerce, e dall’altro che permettesse a Boraso stessa di acquisire ulteriore know-how ed esperienza soprattutto in aree e temi in cui un’Agenzia di Marketing e Tech solitamente non entra quali la logistica, il customer service, le problematiche di prodotto e commerciali, ecc..

Analizzando dati e volumi di ricerca ho notato un trend di crescita nel settore dell’olio extravergine premium, c’ho messo la testa dentro, scoprendo un mondo molto affascinante fatto di tante piccole realtà familiari che producono prodotti eccezionali premiati in tutto il mondo ma che faticano a venderlo soprattutto online e fuori dall’Italia. Da lì l’idea di creare una piattaforma ecommerce che li mettesse tutti a sistema per offrire al pubblico mondiale la più ampia selezione dei migliori oli extravergine.

E’ un progetto molto ambizioso e anche molto complesso, che richiede grossi investimenti ed esperienza perchè si rivolge principalmente ai tanti mercati internazionali, con tutta la complessità che ci va dietro. Ma questa è la nostra sfida!
Boraso è forse l’unica Agenzia di Marketing oggi specializzata nell’eCommerce ad aver lanciato e incubato una Startup innovativa come OlivYou e questo ci permette di conoscere da dentro la materia a 360° e di offrire maggior know-how ai nostri clienti.

Obiettivi e progetti per il futuro?

Tantissimi, in Boraso lavoriamo con una visione a 10 anni per diventare sempre più il punto di riferimento nel conversion marketing, un’azienda che nel frattempo sarà cresciuta in modo sano e organico, con una buona marginalità economica, avrà formato molti manager e specialisti del panorama digitale, senza snaturarsi e avrà in OlivYou un asset fondamentale, leader mondiale nella vendita di olio EVO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.