E-Commerce manager: chi è e cosa fa

La figura dell’E-commerce Manager è uno tra i profili più richiesti nel mondo digitale, grazie allo sviluppo che negli ultimi tempi ha raggiunto il mercato online.

Il ruolo di questa figura professionale è molto complesso e versatile, prima di tutto deve avere chiaro quali sono i costi per aprire un e-commerce, per poter poter affrontare al meglio tutta la strategia e la pianificazione.

Le attività che un E-commerce Manager deve svolgere devono essere gestite e organizzate con strategie di vendita puntuali che partono unicamente da preventive indagini di mercato.

E-commerce Manager

Chi è e cosa fa un E-Commerce Manager

Per queste ragioni questo professionista del digital marketing, che spesso viene anche definito digital project manager, deve essere dotato di variegate competenze per realizzare un e-commerce, legate sia ad aspetti economici, alle logiche del web marketing, dei social media e di posizionamento seo.

Nello specifico un E-commerce Manager deve svolgere delle mansioni particolari come:

  • Gestire le vendite sui portali web.
  • Curare i cataloghi che offrono prodotti e servizi.
  • Analizzare i dati dei clienti.
  • Valutare l’andamento di tutte le vendita.
  • Gestire le dinamiche di consegna delle merci.

In poche parole questa figura si occupa di tutte le attività relative alle vendite di un’azienda:

  • Offrendo garanzie sulle rendite.
  • Organizzando tutte le parti e i reparti che lavorano per far funzionare lo store online.

La progettazione del sito rappresenta la fase iniziale del lavoro, per poi lanciare nuovi prodotti e servizi interessanti per i clienti e definire le politiche di prezzo, implementando al meglio i metodi di cambiamento.

La gestione di un e-commerce è un lavoro complesso, per questo motivo è fondamentale avere le competenze giuste per rendere ottimale l’esperienza dei clienti che decidono di acquistare all’interno di uno web store.

Quanto guadagna un E-Commerce Manager

Negli ultimi è tra le figure professionali dell’e-commerce più richieste, soprattutto da parte di aziende che vogliono implementare le loro vendite online, garantendo uno stipendio cospicuo e variabile.

Il lavoro di un e-commerce manager viene retribuito anche in base all’esperienza specifica nel settore. Un professionista junior guadagna in media dai:

  • 20 ai 30 mila euro annui.

Mentre un professionista senior può arrivare a raggiungere uno stipendio pari a circa:

  • 80 mila euro annui.

In questo settore ci sono tante possibilità di guadagno, in base anche al datore di lavoro che offre la gestione del proprio e-store:

  • Più grande è l’azienda più si ha possibilità di venir retribuiti in maniera soddisfacente.

L’esperienza è fondamentale, poichè dopo aver maturato circa tre, quattro anni di lavoro nel settore, anche lo stipendio ne risentirà in maniera positiva.

Quali sono le competenze di un E-Commerce Manager

Nel suo lavoro l’E-commerce Manager deve possedere determinate competenze per gestire i canali di vendita di specifici e-store, organizzando le strategie di marketing adeguate per raggiungere gli obiettivi stimati.

Queste operazioni presuppongono la perfetta conoscenza di canali e strumenti online per veicolare informazioni di tipo commerciale e raggiungere un gran numero di potenziali clienti.

Altra competenza fondamentale sarà la corretta analisi di dati di clienti e utenti che avranno accesso allo store online, per definire le strategie di vendita adatte in base ai target specifici utilizzando i canali adatti.

Gli strumenti di analytics saranno fondamentali per monitorare e modificare l’andamento di tutti i livelli del marketing online, per aumentare il traffico di clienti, analizzando le performance di vendita e delle attività.

Le logiche strategiche, affiancate a quelle del web marketing manager, dovranno essere la base per ottimizzare un sito e-commerce, la formazione più adeguata dunque sarebbe quella che interessa le aree di:

  • Economia e management.
  • Ingegneria gestionale e informatica.

E’ fondamentale anche conoscere le strategie di seo per e-commerce, per fare in modo anche di ottimizzare le schede prodotto dello store online per raggiungere le prime posizioni dei motori di ricerca.

Anche se una formazione universitaria non è sufficiente per affrontare le sfide di un e-commerce, a causa delle sue caratteristiche mutevoli, tipiche del mondo digitale. Per questo motivo è fondamentale implementare le proprie conoscenze con master e webinar che possano dare delle informazioni sempre aggiornate sulle dinamiche online.

Come diventare un professionista dell’E-commerce

La formazione universitaria, come abbiamo detto, non è sufficiente per intraprendere una carriera in questo settore, ma è necessario attingere a:

  • Corsi master o corsi privati, che spesso vengono organizzati da grandi aziende che operano in questo settore.

Si consiglia inoltre di leggere libri specifici su questi argomenti in continuo cambiamento e riviste online adatte a comprendere le mutevoli dinamiche del web marketing.

Gli anni di esperienza in aziende del settore gioca comunque un ruolo fondamentale. Sarà determinante dunque iniziare con dei tirocini formativi in aziende specializzate per maturare le competenze adeguate per affrontare il lavoro in maniera professionale.

Tantissime aziende e piattaforme italiane ed estere ricercano profili professionali di questo livello per gestire i propri e-commerce nel migliore dei modi, dunque invertire tempo nello studio di queste specifiche dinamiche consentirà di ottenere dei lavori ben remunerati, di cui non si potrà far a meno nel futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *